Io sono verticale

3 December 2015
di irene

Ma preferirei essere orizzontale.
Non sono un albero con la radice nel suolo
che succhia minerali e amore materno
per poter brillare di foglie ogni marzo,
e nemmeno sono la bella di un’aiola
che attira la sua parte di Ooh, dipinta di colori stupendi,
ignara di dover presto sfiorire.
In confronto a me, un albero è immortale
e la corolla di un fiore non alta, ma più sorprendente,
e a me manca la longevità dell’uno e l’audacia dell’altra.
Questa notte, sotto l’infinitesima luce delle stelle,
alberi e fiori vanno spargendo i loro freschi profumi.
Cammino in mezzo a loro, ma nessuno mi nota.
A volte penso che è quando dormo
che assomiglio loro più perfettamente–
i pensieri offuscati.
L’essere distesa mi è più naturale.
Allora c’è aperto colloquio tra il cielo e me
e sarò utile quando sarò distesa per sempre:
forse allora gli alberi mi toccheranno, e i fiori avranno tempo per me.
“Io sono verticale” Sylvia Plath

poesia2 poesia 1

BIOGRAFIA

Sono una FOTOGRAFA esperta in utilizzo della Fotografia a scopo terapeutico ed Autoritratto terapeutico.
Nata nel 1984 in una famiglia in cui la passione per le Arti e la curiosità del Conoscere sono sempre state un elemento fondamentale.
Mi sono diplomata presso il “Primo Liceo Artistico” di Torino
e successivamente ho conseguito il Diploma di Laurea in Fotografia presso lo IED (Istituto Europeo di Design).
Della Fotografia mi hanno sempre affascinato due aspetti: uno più legato alla ricerca estetica dell’immagine
e l’altro connesso alla ricerca interiore tramite l’uso del mezzo fotografico in modo terapeutico.
Per questo motivo ho conseguito la specializzazione in Fotografia di Moda e di Fotoritocco Digitale presso la
John Kaverdash (Accademia di Fotografia) di Milano.
Ho frequentato numerosi workshop di fotografia di moda con il fotografo Franco Ferraris
e lavorato come assistente per numerosi fotografi.
Parallelamente ho intrapreso un percorso di ricerca personale di psicoterapia individuale e di gruppo
presso il centro Gestalt di Torino.
Professionalmente inizio lo studio dell’utilizzo clinico del ritratto ed autoritratto fotografico frequentando il corso di Autoritratto “L’immagine di sè” tenutosi da Silvia Reichendbach.
Attualmente sono in formazione per diventare facilitatrice  del metodo: “The self-portrait Experience” tenuto da Cristina Nunez, per approfondire gli aspetti dell’autoritratto nella relazione d’aiuto e con se stessi.
Ho partecipato al workshop intensivo di formazione in “Fototerapia e Fotografia terapeutica” tenuto da Netfo
(network italiano, fototerapia, fotografia terapeutica, fotografia sociale).
Ho partecipato al workshop di formazione in “Photolangage – Fotografia come oggetto di mediazione nel gruppo”.
Oltre a lavori di ricerca personale porto avanti numerosi lavori con singoli e con gruppi utilizzando
la fotografia come mezzo terapeutico e di conoscenza profonda di sé.
Collaboro con Psicologhe e Psicoterapeute portando avanti numerosi progetti, lavorando sia con adulti (in gruppo o individualmente) e sia nelle scuole (primarie e secondarie) attraverso laboratori esperienziali, trattando temi specifici, utilizzando sempre la fotografia come mezzo terapeutico.
Collaboro con scrittrici portando avanti progetti di foto-scrittura sociale.
Inoltre collaboro con danzatrici e danzaterapeute, portando avanti laboratori ed incontri in cui la fotografia terapeutica e la DMT si incontrano per lavorare attivamente sulla tematica del corpo e del movimento.
Porto avanti numerosi progetti personali di fotografia terapeutica sulla genitorialità, sul femminile, sulle relazioni familiari, sulla propria percezione corporea, sulle relazioni tra adolescenti legate al fenomeno del bullismo e all’importanza del dar voce alle proprie emozioni.
Sono tra i soci fondatori dell’Associazione di Promozione Sociale “La Tenda della Luna-Contro l’agire violento”, che si occupa di prevenzione, violenza intrafamiliare e violenza di genere.

CHIUDI